Camino a legna e le manovre verso la svolta

Il camino, si sa, ha il fascino del mondo antico, riscalda non solo gli ambienti, ma anche i cuori. Il crepitio della fiamma è così familiare, che sembra anche più rispettoso della natura. Ma è veramente così?  

La scelta di bruciare legna è sempre buona?

Con l’arrivo dell’inverno il riscaldamento della propria abitazione è tornato ad essere una preoccupazione. E non solo per il rincaro delle bollette. Il riscaldamento – insieme al traffico veicolare – è infatti, come saprai, una delle maggiori cause dell’inquinamento atmosferico.

Nello specifico caso dei camini a legna ci sono 4 casi in cui bruciare legna può risultare inquinante:

  1. quando il legno non è asciutto, è trattato e non è ben stagionato; 
  2. quando nel camino insieme al legno vengono bruciati materiali diversi (es. carte stampate che rilasciano ceneri e fumi particolarmente ricchi di metalli pesanti, plastiche, ma anche a materiali compositi come i truciolati, i legni smaltati o comunque ricoperti di lacche o vernici);
  3. quando la canna fumaria non è pulita e la cenere non è stata rimossa;
  4. quando la legna non è accesa dall’alto.

Ciò naturalmente non significa che l’utilizzo della legna sia sempre e comunque dannosa in termini di inquinamento atmosferico.

Al contrario la legna è preferibile ai combustibili fossili (carbone, derivati del petrolio, metano) perché è una fonte rinnovabile continuamente riprodotta nell’ambiente, solo che bisogna impiegarla con intelligenza e accenderla in un certo modo.

Regole per accendere la legna correttamente nel camino

Per accendere un buon camino evitando di produrre fumo ti consigliamo:

  • di prendere della legna molto sottile come rametti e adagiarla sulla quella spezzata e molto secca;
  • accenderla mediante diavolina ecologica (in questo modo si brucerà prima la parte superiore (i legnetti) e poi la parte inferiore (la legna a pezzi più grandi) e si produrrà  meno fumo anche in fase di accensione.

Verso la svolta

Consapevoli del fatto che la combustione della legna nei camini (ancora tanto diffusi) talvolta può rivelarsi pericolosamente inquinante, già da anni l’Unione Europea, le leggi nazionali e regionali spingono a utilizzare apparecchi a biomassa.

Già dal 1° ottobre scorso è entrata in vigore la così detta legge anti-inquinamento che vieta l’uso di camini a legna aperti e ciò vale anche per le tanto richieste e sempre più diffuse stufe a pellet aperte.

Noi di Girasole Caldaie crediamo nelle Biomasse o Energie alternative. Sin dai primissimi anni ’90 lavoriamo per creare soluzioni a salvaguardia dell’ambiente e dei consumi. Soluzioni, per il riscaldamento domestico, agricolo e industriale a prova di norma!



× Scrivici